Poesie Emergenti: Se Fossi Stata di Anna D’Auria

Se fossi stata..


Se fossi stata marea ti avrei coperta con il rumore delle onde per darti riparo,

conforto nei momenti più duri.

Se fossi stata ritmo ti avrei dato musica

e una vita meno scandita da abitudini che sembrano prigioni.

Se fossi stata vento ti avrei soffiato forte sul cuore

in modo tale da farti sentire i miei sentimenti.

Purtroppo, però, non sono stata nessuna di queste cose.

E ora guardandomi dentro posso dire che avrei potuto darti di più.

Mi ritrovo a guardarti soltanto da lontano,

accompagnata a qualcun‘altra che non sono io.

Hai cambiato tutti i tuoi tragitti,

le tue strade e non ho potuto più incontrarti.

Una volta, però, è successo.

Quella domenica in cui i nostri destini erano stati violentemente incrociati nuovamente,

sono stati separati dal nostro orgoglio e la voglia di ricominciare.

In realtà, però, i nostri occhi continuavano a volersi da lontano.

Ci sono giorni in cui frequento di mia spontanea volontà le tue stesse strade e vedo.

Ti osservo.

Con lo sguardo mi segui ancora ma non mi fermi, non mi stringi.

E rimaniamo lì, nel nostro loop, a piangerci addosso.

E ora in questa casa che è un inferno ritrovo ogni tua caratteristica in ogni angolo.

A volte mi sembra di rivederti ai fornelli mentre prepari la cena.

Avrei dovuto ritornare con il sorriso in volto e stringerti

ma mi chiudevo nel mio solito giornale perché il mondo, allora, era più importante di te.

Ti rivedo davanti al bucato che hai appena tolto dalla lavatrice

e io davanti al televisore con un'aria da noncurante,

insieme alla solita serie televisiva del sabato.

L'amore tra i due protagonisti, all'epoca,

era più importante del nostro che per essere serio e duraturo doveva essere curato tutti i giorni,

come qualsiasi altro sentimento.

La fiamma, invece, è stata spenta dalle mie assenze e dalle mie lune storte.

E ci siamo odiate, amate, riprese e poi lasciate.

Quel vuoto diventava dentro me sempre più profondo.

Se fossi,se avessi, se...

Quante ipotesi, quante domande ma una sola risposta.

Ti volevo ma tu non c'eri.

Ti amavo ma non te l'ho saputo dimostrare.

Ti amo ancora tutt'ora e vorrei urlartelo.

E lo farò.


-Anna D'Auria



Disegno scelto dall’autrice.

Due parole dell’autrice

"Se fossi stata" è una poesia che narra di un amore. Un amore vissuto tra indifferenze e mancanze. Un amore privo di equilibrio. Un amore che, messo su una bilancia, ha dei sentimenti forti posti solo da una parte. Saranno gli infiniti momenti di silenzio, di insofferenze, di indifferenza, di noncuranza, di abitudine vacue a far sì che questa storia si concluda.

Ciò che vorrei far passare con questa mia poesia è un semplice messaggio: l'amore deve essere coltivato sempre da entrambe le parti. Non è un sentimento che si può lasciare appeso a un pendolo che oscilla e che varia in base alle giornate. Si deve amare con la stessa intensità, tutti i giorni. Non si deve far sì che l'amore sia oggetto di nostre frustazioni ma bensì un metodo per uscire sempre da cose che ci sembrano impossibili nella vita.


 

La poesia di Anna D’Auria è quasi una narrazione, un monologo di intenti, un’analisi razionale che alla fine si tradisce. Scava nel profondo di una storia finita male, cerca di mettere alla luce i motivi della sua dipartita; il filo rosso delle anime gemelle non è stato spezzato dalla prepotenza, dal tradimento, da tutti i motivi per cui una relazione potrebbe finire. Si è lasciato andare, è caduto nella monotonia, nel riavvolgersi continuo ed incessante di una vita “scandita da abitudini che sembrano prigioni”. Il leggere il giornale distrattamente invece di comunicare, il guardare una scialba serie tv di sabato sera, il non dirsi più ti amo, l’abbandonarsi al vuoto che divora le prime passioni di un tempo. Ma l’autrice, il lettore o chiunque voglia far propria questa poesia non si arrende. Nel grigio contesto dei primi versi risuona l’eco della chiusa. Lo farò, tornerò, ti dirò i ti amo taciuti dalla monotonia, con la consapevolezza di non esser stata marea, di non essere stata ritmo né tantomeno vento; ma con la certezza che, anche fosse l’ultima volta, io sarò tutte queste cose.

Irene Mascia



 

PER SEGUIRE ANNA D’AURIA E LEGGERE LE SUE POESIE CLICCA QUI: https://instagram.com/annadauria__?utm_medium=copy_link


Le sue poesie sono tutte nella sezione ”Guide”! Inoltre, negli IGTV potrete trovare interessanti letture ed anche la sua musica, il tutto diviso in vere e proprie serie.

Cover di Quante Volte- Claudio Baglioni Chttps://www.instagram.com/tv/CPGocvGiFJ_/?utm_medium=copy_link

454 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti