Poesie Emergenti: Galassia di Valentina Gatto


Galassia


Mi accarezzò il profilo

e fu come immergersi

nella galassia

senza farvi più ritorno.

In fondo perché avrei dovuto?

Quelle mani erano l'unico antidoto

contro la malvagità degli uomini.

Tramutandosi in un bacio

il tempo sembrò essersi fermato,

ogni guerra sembrò essere cessata

ogni lacrima degna di essere vissuta.

Disperatamente mi aggrappai

a quell'effimero assaggio di felicità

che sembrò essere svanito

nella rapidità di un incantesimo,

perché l'immensità di un amore

giunge sempre al culmine

nel tempo di un addio.


Valentina Gatto



Foto di Luigi Annunziata.



 
Biografia

Valentina Gatto, nata il 25 aprile 1991, di origini salentine, scrive testi musicali,poesie e aforismi. Il testo della sua canzone "Pensa", scritta insieme a Simone Buia, che tratta il delicato tema della violenza sulle donne, è contenuto nel libro "Sarò la donna che voglio. Il maschilismo spiegato a mia figlia e agli uomini di coraggio", della scrittrice Aurora Cecchini edita da EmiaEdizioni . Alcuni suoi aforismi sono contenuti nell'agenda letteraria "Perle Quotidiane 2018" di Montegrappa Edizioni. La sua poesia "Essenza" , é stata selezionata per "Sette son le note", antologia edita da Alcheringa Edizioni, altre sono all'interno del volume "Fiori di China" di Luserta Editore. Oltre ad altre poesie contenute in varie raccolte del blog Rosso Caffè e nelle antologie " A te...per Natale" e "Il cuore e le sue parole" della casa editrice Atile Edizioni. Inoltre ha vinto diversi contest di poesie su Instagram.


 

Diretta ma non banale, come una galassia infinita che si incontra per ricongiungersi, come un fulmine che squarcia d'improvviso un cielo stellato, Valentina Gatto racconta l'istante di un bacio destinato a non durare. Un bacio che trasforma i venti, congela gli attimi, si immortala come una fotografia. La poesia diventa, in questo senso, l'equivalente in parole del tutto e del niente, della foto di un cielo immenso ma limitato all'obiettivo, una siepe che blocca la vista e lascia intendere l'infinito; la poesia si ribella ad un istante che non vuole durare, che va via, vuole fermare per sempre un amore il cui incantesimo si è ormai spezzato. Così Valentina ci lascia poche parole, ma ce le lascia per l'eternità.

E dell'amore, dell'esperienza che ha vissuto, ne resterà per sempre un'intera galassia.

Irene Mascia

 

Puoi leggere le poesie di Valentina Gatto sul suo profilo Instagram @vale_mainagioia_!


30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti